Shopify

Shopify: guida per principianti

Molte persone hanno un prodotto interessante da vendere e vorrebbero farlo su Internet ma a volte non sanno come farlo. Ecco perché ho deciso di scrivere questa guida per principianti su Shopify, in cui ti spiegherò come utilizzare questo fantastico strumento di e-commerce per creare il tuo negozio online.

Shopify è una delle più grandi piattaforme di vendita al dettaglio in tutto il mondo. È un software basato su cloud che ti consente di creare un negozio online con pochi clic. Copre le caratteristiche più importanti di un negozio online, come pagamenti, inventario, gestione dei prodotti, design del negozio, la parte legale e molti altro. Non a caso Shopify è utilizzato da oltre 800.000 aziende in tutto il mondo.

Storia di Shopify

Shopify è stato fondato nel 2004. A quel tempo i fondatori, Tobias Lutke, Daniel Weinand e Scott Lake, volevano vendere gli snowboard online, ma non erano contenti delle soluzioni di shop online esistenti e decisero di sviluppare il proprio software. Nel 2006, lo hanno reso disponibile al mondo come programma open source.

Al momento c’erano poche soluzioni di e-commerce decenti disponibili. Wix è stato rilasciato nel 2006, Magento nel 2008 e WooCommerce nel 2011. Anche se Squarespace era attivo e funzionante nel 2003, non era stato creato con un costruttore di negozi ed era focalizzato sull’hosting Servizi.

In questa guida, imparerai come creare un semplice negozio Shopify, aggiungendo prodotti e personalizzandone l’aspetto. Ti fornirò una breve introduzione alla gestione del dominio in Shopify e su come pubblicare il tuo negozio, quindi iniziamo.

Pro e contro di Shopify

bilancia-proecontroCome qualsiasi altra applicazione, Shopify ha i suoi pro e contro. Il suo più grande vantaggio è che l’installazione e la configurazione sono semplici, il che rende la creazione dello shop un gioco da ragazzi.

Shopify è specializzato nella fornitura di shop online, quindi praticamente acquisti le conoscenze specialistiche del supporto tecnico come parte del servizio. Ciò è utile per la sicurezza, la protezione dei dati e l’elaborazione dei pagamenti. Shopify è un sito molto affidabile, questo vuol dire che i dati dei tuoi clienti, i dati dei pagamenti, gli indirizzi di spedizione ecc. saranno al sicuro.

Un altro punto interessante da considerare è che i clienti online sono più propensi ad acquistare i tuoi prodotti se il tuo sito web fa un’impressione sicura. Se la scheda del browser si blocca durante la navigazione o durante l’ordine, i clienti ovviamente esiteranno a inserire i dati della carta di credito.

Per fortuna utilizzando Shopify non dovrai preoccupartene.  E’ una piattaforma molto stabile e difficilmente avrai problemi, ma qualora tu avessi dei dubbi puoi accedere al supporto 24 ore su 24 o consultare le guide di alta qualità nel centro assistenza di Shopify.

Il servizio supporta molte opzioni di pagamento, consentendo di progettare il tuo negozio al dettaglio più a livello internazionale. Puoi utilizzare il gateway di pagamento di Shopify, PayPal, Stripe, Amazon Pay, Apple Pay o anche criptovalute come i bitcoin (più informazioni qui).

Ci sono anche dei gateway di pagamento specifici per paese, che magari possono essere sconosciuti a livello internazionale ma sono leader di mercato nel paese in cui si desidera vendere, quindi è opportuno adoperarli.

Considerando che è una soluzione all-in-one, l’App Store di Shopify ha molte funzionalità che puoi integrare facilmente nel tuo negozio. Inoltre, puoi scegliere tra decine di temi, creati da esperti, che renderanno il tuo business online più bello e più professionale.

Shopify e il Dropshipping

consegna-paccoShopify viene spesso utilizzato per il cosiddetto modello di business drop-shipping, che significa gestire un negozio online senza inventario o magazzino. I prodotti che offri nel tuo negozio non vengono consegnati al cliente da te, ma da un produttore o fornitore.

Come drop-shipper, tutto ciò che devi fare è portare traffico al tuo sito, assicurarti che il tuo negozio funzioni senza intoppi e che le vendite vadano correttamente a termine.

Shopify è uno dei modi più semplici per avviare un’attività di drop-shipping. L’integrazione di applicazioni come Oberlo ti permettono di automatizzare il processo di dropshipping con una tassazione veramente bassa.

Attenzione: bisogna fare attenzione alle tariffe di Shopify! Oltre ai costi di base ($ 29, $ 79 o $ 299 al mese), c’è un costo da sostenere per ogni transazione che viene effettuata sul tuo sito. Inizialmente, la commissione è del 2 percento, ma con l’aumentare del volume delle transazioni scende all’1 percento: ti consiglio di tenere in considerazione anche questo tipo di costi se vuoi lanciare un business profittevole!

Guida all’uso di Shopify

In questa sezione, ti mostrerò alcune delle funzionalità di Shopify e le cose che devi sapere per lanciare il tuo primo business online in modo semplice e veloce.

I primi passi

Per prima cosa dovrai creare un account Shopify. Puoi sfruttare i 14 giorni di trial prima di procedere al pagamento.
Vai al sito di Shopify, inserisci la tua email nell’apposito campo e clicca su “Inizia la tua prova gratuita”:

inserimento-email-shopify

Inserisci password e Nome del tuo negozio:

shopify-password-e-nome-negozio

Quando avrai compilato i campi clicca su “Crea il negozio”, vedrai un breve caricamento e ti ritroverai qui:

shopify-informazioni-personali

Al termine, fai clic su “Entra nel negozio”. La prossima cosa che vedrai sarà il tuo pannello di controllo, sulla sinistra troverai il menù che ti consentirà di navigare fra le varie funzioni:

shopify-menù-laterale

Al centro della pagina dovresti vedere i tre passaggi più importanti per l’avvio del tuo negozio online: “Aggiungi prodotto”, “Personalizza tema” e “Aggiungi dominio”.

shopify-primi-passi
SGANCIAMI L'EMAIL!
Non riceverai spam, lo odio quanto te.

Come aggiungere un prodotto

In Shopify ci sono 2 modi per aggiungere un prodotto. Puoi cliccare su “Aggiungi prodotto” nel centro della pagina o cliccare sui “Prodotti” nella barra laterale:

Ti basterà fare clic su “aggiungi prodotto”. Se non si vuoi aggiungere manualmente ciascun prodotto, avrai la possibilità di caricare il catalogo dei prodotti dirattamente tramite un file .csv. Per evitare errori di sistema, campi vuoti o altri problemi, Shopify specifica una struttura per il file di importazione.

In questo tutorial, tuttavia, aggiungeremo i prodotti manualmente. Ti basterà fare clic su “Aggiungi prodotto” ed il gioco è fatto:

aggiungi-prodotto-anteprima

Inserisci il nome del prodotto nel campo “Titolo” e la descrizione del prodotto nel campo “Descrizione”.

L’immagine del prodotto, il nome e la descrizione sono informazioni decisive per far si che il visitatore acquisti l’oggetto, quindi ti consiglio di prestarci particolarmente attenzione.

Inserisci il tipo di prodotto, il venditore e la collezione a cui appartiene il prodotto.

Categorizza sempre il tipo di prodotto in base alla collezione. Renderà più facile per i tuoi clienti trovare il prodotto che stanno cercando.

Shopify distingue tra collezioni automatiche e manuali, in questo tutorial lavoreremo con la collezione “home page” pre-generata da Shopify.

Ora, dovresti vedere qualcosa del genere:

Shopify-nome-prodotto-e-descrizione

Successivamente, dobbiamo aggiungere una buona immagine del prodotto e dei tag significativi. Shopify ha una funzione di zoom automatico su ogni immagine del prodotto che carichi. Ogni immagine verrà visualizzata in dimensioni normali, ma se qualcuno ci passerà sopra con il mouse, verrà zoommata sul punto dello schermo dove si trova il mouse.

Amazon fa più o meno la stessa cosa. Ciò significa che aggiungere immagini ad alta qualità e risoluzione è molto importante.

shopify-immagine-prodotto-e-tags

Prezzi del prodotto

Parliamo ora delle opzioni di prezzo. Nella sezione “Prezzi”, vedrai tre campi importanti: “Prezzo”, “Prezzo di confronto” e “Applica imposte su questo prodotto”.

“Prezzo di confronto” è fondamentale se vuoi mostrare ai tuoi clienti che il prodotto attualmente è scontato. Il prezzo visualizzato qui è il costo iniziale prima dello sconto mentre il prezzo effettivo di acquisto e quello a cui le persone potranno comprarlo è nel campo “Prezzo”. Se non vuoi fare un’offerta speciale sull’articolo ti basterà lasciare vuoto il campo “Prezzo di confronto”.

Gli aspetti più importanti per la vendita online sono due: l’inventario e il magazzino.
Nel prossimo paragrafo parleremo dello SKU, abbreviazione di “Stock Keeping Unit”

SKU: Cosa è?

SKU sta per Stock Keeping Unit. Il codice SKU è il numero univoco utilizzato dalle aziende per tracciare l’inventario. Si tratta di una sequenza di caratteri alfanumerici, normalmente riferiti ai principali dettagli di prodotto: prezzo, colore, stile, marca, genere, tipo e taglia. Nel codice SKU, tali informazioni devono essere collocate in ordine di importanza, a partire dalla più significativa.

Un codice SKU non è universale, ma unico per la vostra attività. Può essere personalizzato in modo da racchiudere le informazioni che clienti e fornitori richiedono più spesso riguardo la merce in negozio.

Uno standard possibile potrebbe essere: cinque lettere del nome del produttore, tre lettere della serie di prodotti, due lettere per il modello del prodotto (Taper Jeans diventerà “TJ”) e cinque lettere per il identificare il target del prodotto. Per il nostro esempio di Jeans da donna, andremmo con qualcosa come LEVIS-501-TJ-DONNA.

shopify-prezzi-e-inventario

Spedizioni su Shopify

Se vendi anche al di fuori del mercato italiano, devi considerare le normative internazionali. Ogni prodotto deve avere un codice doganale internazionale per determinare in anticipo i costi di importazione / esportazione.

Come rivenditore, dovresti sapere quante tasse doganali vengono aggiunte a ciascuno dei tuoi prodotti, così i tuoi clienti non avranno una brutta sorpresa quando gli verrà recapitato il pacco. Inserendo il tipo di prodotto all’interno del campo “Codice HS (Harmonized System)” (ad esempio, nel nostro caso, indichiamo la macrocategoria “Abbigliamento”) ti verrà mostrata una lista di possibili categorie che rispecchiano quella voce, ti basterà scegliere quella che più si addice al prodotto et voilà!

Un altro fattore decisivo è il peso del prodotto, quindi ti consigliamo di ottenerlo in modo accurato chiedendolo al fornitore della merce.

Se vendi prodotti digitali, come ebook, audiolibri o musica, niente di tutto ciò è necessario. Deseleziona semplicemente la casella di controllo “questo è un prodotto fisico”, tuttavia, considerata la natura del nostro prodotto, dobbiamo indicare i vari dettagli. Nel nostro caso, questo è il risultato finale:

spedizione-e-varianti

Puoi creare fino a 100 varianti per un prodotto.

Ciascun prodotto può avere fino a 3 opzioni. Le opzioni possono variare da un prodotto all’altro. Ad esempio, un prodotto può utilizzare la taglia, il colore e lo stile e, un altro prodotto, può usare il peso, la finitura e il materiale.

I limiti alle varianti e alle opzioni possono essere aumentati solo utilizzando un’app di terze parti dall’App Store di Shopify.

SEO su Shopify

Per ultimo, ti mostrerò come ottimizzare la SEO del prodotto. Per cambiare la SEO ti basterà cliccare su “Modifica SEO del sito” ed inserire il titolo e la meta description. Puoi persino modificare l’URL.

seo-shopify

Quindi clicca su “Salva prodotto” ed aspetta fino a quando Shopify non aggiungerà il prodotto. Cliccando su “Tutti i prodotti” potrai vedere l’articolo appena inserito:

anteprima-prodotti

Congratulazioni! Hai  appena aggiunto il tuo primo prodotto al tuo negozio!

Personalizza il tuo tema

Ora che sai come aggiungere prodotti al tuo negozio online, vediamo come modificare l’aspetto del tuo negozio. Vai alla sezione “canale di vendita” nella barra di navigazione sul lato sinistro e fai clic sull’icona a forma di occhio accanto a “Negozio online”:

anteprima-canale-vendita

Dovresti vedere una pagina simile a questa:

anteprima-store

Come potrai vedere il nostro articolo è presente, ma se ci facciamo un giro sul sito si può notare che il tema non è particolarmente attraente.

Ti faccio subito vedere come modificarlo.

Per prima cosa, vai nella “Homepage” dal pannello del sito cliccando sul tasto “Home” e clicca su “Personalizza tema”:

customizza-tema

Come tutti i negozi Shopify appena creati anche il tuo avrà il tema “Debut”.

Ora hai due scelte: la prima è quella di customizzare il tema utilizzato in quel momento mentre la seconda è quella di fare l’upload di un nuovo tema (che sovrascriverà quello attuale):

cambiare-tema

In questo tutorial per principianti, sostituiremo un tema. Puoi scegliere tra modelli gratuiti e a pagamento, ma, per ora, ci accontenteremo di uno gratuito. Clicca su “Esplora temi gratuiti” per avere una panoramica dei temi di Shopify gratuiti:

temi-gratuiti

Scegli all’interno di questa lista quello che più ti piace. Oltre alle specifice, all’interno potrai vedere le possibili varianti del tema. Per questo tutorial, ho scelto il tema “Pop”:

tema-pop

Dopo aver scelto il tema, potrai vederlo comparire all’interno del pannello del negozio:

tema-aggiunto-shopify

Il tema è stato aggiunto al tuo negozio, ma non ancora pubblicato. Quindi clicca su “Azioni” e poi su “Pubblica”:

attivazione-tema-shopify

Vedrai questo pop-up. Clicca nuovamente “Pubblica” per confermare, ed attendi qualche secondo:

pubblicazione-tema-shopify

Torna all’anteprima del sito e dai un’occhiata al nuovo tema del tuo negozio:

anteprima-sito-shopify

Aggiungere un dominio al tuo negozio online

Passiamo all’ultima parte della mia guida, alla pubblicazione e alla gestione del dominio del tuo negozio online. Dopo aver aggiustato l’aspetto del tuo negozio e aggiunto prodotti, è ora di rendere il tuo negozio disponibile per il mercato.

Per finire, torna alla schermata principale facendo clic su “Home”.

aggiungi-dominio-anteprima-shopify

Quindi clicca su “Aggiungi dominio”:

gestione-dominio-shopify

Ci sono tre modi per modificare il dominio del tuo negozio: “Collega dominio esistente”, “Trasferisci dominio” e “Acquista nuovo dominio”. Per impostazione predefinita, i domini Shopify terminano con “.myshopify.com”. Qualora tu non ne abbia uno di tua proprietà che descriva in modo intuitivo il tuo brand, puoi acquistare un dominio tramite Shopify premendo su “Acquista nuovo dominio”.

Se hai già un dominio, il che sarebbe fantastico, puoi andare su “Connetti dominio esistente” e inserire il dominio corrispondente nel campo visualizzato.

collega-dominio-esistente-shopify

Tendo a lasciare i domini con il provider in modo da non perderne traccia. Spesso, se si posseggono più domini con più host differenti (come SiteGround o BlueHost).

L’aggiunta di un dominio, con Shopify, è facoltativa. Puoi anche tranquillamente pubblicare il tuo negozio con il dominio predefinito (.myshopify.com) come farò io in questo tutorial. Se esci da Shopify adesso e inserisci l’URL nel tuo browser, dovresti vedere quanto segue:

prossima-apertura-negozio-shopify

Ogni volta che entrera nel tuo negozio in modalità anteprima, vedrai una barra in basso allo schermo che ti mostrerà la password per accedere al negozio:

protezione-sito-shopify

In alternativa, potrai trovare la tua password in “Canali di vendita” > “Negozio online” > “Preferenze” .
Puoi anche disabilitare la password o crearne un’altra nel pannello “Protezione con password”, ma questa operazione sarà disponibile solamente successivamente all’acquisto di un piano a pagamento:

modificare-password-shopify

Conclusione

Shopify è uno strumento molto valido e con abbastanza funzioni per soddisfare le esigenze di tutti.

Se hai requisiti di base e vuoi avviare il tuo negozio online velocemente dovresti decisamente optare per Shopify.

E’ una grande opportunità per le piccole imprese perché puoi gestire il tuo negozio online per soli $ 30 al mese più le spese. Se vuoi vendere scarpe, snowboard o pantaloni di cotone, Shopify funzionerà senza alcun dubbio. Se non sei ancora convinto, prova la versione di prova di 14 giorni. Non è necessario fornire i dati della carta di credito per farlo.

SGANCIAMI L'EMAIL!
Non riceverai spam, lo odio quanto te.